Solocaschi Milano

Solocaschi Magazine

Semplicemente io.
Cosi inizierei a raccontarvi quest’avventura. Si, avventura.
Perché per me lo è stata e lo è tutt’ora…
Da un “ridipingo le serrande” ad un “sposto il mobilio”.
Ho estrapolato la parte migliore di me da un’opportunità, voluta a pieno petto!
Semplicemente io, assieme a persone eccezionali, abbiamo creato tutto ciò.
Una creatura nata dalla passione, serietà, entusiasmo e tante volte dalla goliardia…
Interfacciandomi con persone come me, con passioni molteplici;
come la musica, l’arte, la fumettistica, la moda, la scrittura.
Persone comuni ma con un qualcosa da dire, persone semplici con una passione unica: le due ruote.

Rosa

 

Chapter

 

 

Chapter 01

Clover Bullet Pro Lady

La locuzione Cafè racer nacque nel Regno Unito durante la prima metà degli anni sessanta per indicare in modo dispregiativo i motoveicoli che i giovani del movimento roker ostentavano. Parcheggiavano le loro motociclette davanti ai locali pubblici da loro frequentati caratterizzando cosi la loro presenza.

Il primo di questi locali fu il 59club mentre il più celebre è l’Ace Cafè. Erano motociclette spoglie, dotate di accessori ( spesso autocostruiti) ed i proprietari solitamente si sfidavano in gare clandestine. Per indicare, con tono ironico questa categoria negli anni 70, in Francia, vennero chiamati “Piloti da bar”. Nei giorni nostri, Cafè Racer, identifica un aspetto sportivo ma con stile retrò.

Questo ho pensato quando ho indossato la mia BULLET PRO LADY.

Chapter 02

Sottocaschi DBX

Knt senza cuciture

Blackcarbon

 

Diabolik è un personaggio immaginario dei fumetti creato dalle menti geniali delle 2 sorelle Giussani.
Nacque nel 1’ Novembre del ’62.
Questo fumetto diventò un fenomeno, catturando l’attenzione dei sociologi ed esperti in comunicazione. Esplose in assoluto nel ‘64 dando alla luce il genere “fumetto nero italiano”. I primi numeri pubblicati furono famosi per la versione tascabile superando persino le 800 copie. Fu trasformato in trasposizioni cinematografiche; il primo nel 68 da Mario Bava il secondo nel nostro 2020 da Minetti Bros. Grande colpo di genio, dalla sua nascita ad oggi 150 milioni di copie.

E’ questo che ho pensato quando ho indossato i miei sottoboschi DBX carbon della SIX2.

Chapter 03

Jeans Macna Jenny

Inventato nel 1871 da Jacob Davis.
Il nome Jeans deriva dalla parola francese “JEANE” ossia Genova, tale nome veniva usato dai mercanti genovesi che vendevano abiti pregiati. Dagli anni 50 questo tessuto prende piede tra le icone del cinema e della musica facendolo amare in tutto il mondo. Idolo indiscusso fu James Dean che insieme alle sue giacche in pelle indossava gli intramontabili denim.
Fu cosi che la moda dilagò specialmente nei ragazzi che presero l’icona come modello da seguire. Esplose nelle ragazze la voglia di imitare la bellissima Merilyn Monroe che nel film “ Gli Spostati” indossava un jeans con taglio molto simile all’attuale boyfriend. I pantaloni denim sono talmente versatili da accompagnare diverse situazioni quotidiane,
allora perche non indossarli in sicurezza andando in moto?

Questo ho pensato quando ho indossato i miei JEANS JENNY.

Chapter 04

Blauer Easy Woman

Jacques Cousteau nacque il 6 Maggio del 1938.
Produttore francese, esploratore oceanografico, educatore ed ambientalista.
Si immerse per la prima volta con un polmone acquatico all’età di 7 anni. Le sue idee erano orientate e finalizzate sull’ambiente. Fondò nel 1999 Ocean Future Society, un’organizzazione per la conservazione e l’educazione marina.
Produsse oltre 70 film e apparve nel documentario IMAX del 2003 “ Coral Reef Adventure “.
Nel 2006 ispirò il Presidente degli Stati Uniti, George W. Bush, a proteggere 360.000 km quadrati di acque oceaniche, isole ed atolli, rendendo Marine National Monument una delle più grandi aree marine protette del mondo.
È questo che ho pensato quando ho indossato la mia Easy Woman della Blauer.

Chapter 05

Macna Fluent Lady

Karen Blixen è stata una scrittrice danese.
Nacque a Rugsted in Danimarca nel 1885.
Dal 1903 al 1906 frequentò l’ Accademia delle Belle Arti di Copenaghen, di Parigi nel 1910 e successivamente in altre città Europee.
Il 2 Dicembre del 1013 parte per l’Africa insieme al cugino con il quale si fidanzò.
Acquistarono una fattoria con l’intentanti vivere lontano dalla città e assaporare nuove emozioni.
Si sposarono nel 1914 in Kenya, a Mombasa, ampliando i suoi sogni acquistando così una piantagione di caffè.
I ricordi africani, le fotografie e le lettere dell’amato Denys Finch Hatton, dopo la separazione dal marito, sono custoditi nella sua casa, divenuta museo nel 1991 grazie agli introiti del film “ LA MIA AFRICA”.
È questo che ho pensato quando ho indossato la mia giacca Fluent di Macna.

Chapter 06

Stivali TCX Baja WP

Alberto Burri
Nasce il 12 Marzo del 1915 a Città di Castello. Si laureò il 12 Giugno del 1940 in medicina. Tra congedi e tirocinio all’unità ospedaliera, nel 1943 fece ritorno in esercito, assegnato alla 10’ legione in Africa Settentrionale. Fu in quel periodo che venne catturato dagl’ingressi, consegnato agli statunitensi e recluso nel “criminale camp” in Texas. Trascorsero 18 mesi nei quali maturò la convinzione di dedicarsi alla pittura. Inizialmente le sue opere erano di carattere figurativo ma, nella sua seconda mostra personale BIANCHI e CATRAMI nel 1948, propose una visione totalmente differente; Forme Americhe, filiformi e reticolate.
Nel ’50 comincia la sua vera sperimentazione tra combinazioni di muffe, pitture, pitture ad olio e catrami.
È considerato da tutti uno dei più grandi ed innovativi artisti italiani.
È questo che ho pensato quando ho indossato i miei stivali Baja WP della TCX.

 


Solocaschi nasce nel 2004 da un’idea del suo fondatore che dopo anni di attività nel settore dell’abbigliamento tecnico motociclistico decide di aprire, primo nell’ambito milanese, un punto vendita dedicato esclusivamente al mondo dei caschi e accessori collegati, mettendo a vostra disposizione la propria esperienza e dei suoi collaboratori, al fine di guidarvi nella scelta del casco più rispondente alle vostre esigenze.

Ciò ha permesso di offrire alla clientela una vastissima scelta a livello di marche e modelli in tutte le tipologie di prodotto, dal racing, al turismo,al vintage, all’uso urbano, con particolare attenzione verso l’alto di gamma, trattando i marchi più prestigiosi del mercato, senza però disdegnare anche la fascia media e più economica del settore.

Inoltre il negozio è in grado di offrire una qualificata assistenza post vendita, ricambi per i marchi trattati.
Tutte queste caratteristiche hanno portato il negozio a divenire un punto di riferimento non solo per il milanese ed hinterland , ma anche per buona parte del territorio nazionale.
Nel corso nel 2016 il negozio cambia gestione ed il nuovo corso, pur mantenendo la proverbiale attenzione verso il clientela e la competenza che ci caratterizza, ha dato un nuovo impulso all’immagine e alla comunicazione dell’ attività, aprendo all’e-commerce ed ad una maggior visibilità tramite i principali social media.
Nello stesso tempo abbiamo ampliato la nostra offerta anche all’abbigliamento sia urbano che tecnico .