Ermanno Alboreto – Smoking Engines band


 


 

 

Smoking Engines band è nata nel 2006, quando per divertimento ho realizzato una canzone blues. Il singolo era dedicato ad un modello di una moto Ducati; infatti il titolo era: “Desmo Blues”, ed è stata presentata alla Radio Wbrs di Waltam Boston. Poi mio figlio ha creato il nome della Band e realizzato il logo.  I musicisti sono a rotazione, ed è anche una caratteristica della Band. Suoniamo poco dal vivo ma quando lo facciamo preferiamo luoghi dedicati al Motosport e tutti gli anni ci invitano al GP di Monza, a Biassono, per il weekend della Formula Uno.


Insomma, non so leggere la musica, non mi ritengo un musicista ma strimpello e mi diverto, e questo forse, è il motivo più importante di tutta questa storia.


guarda il profilo di Ermanno Alboreto


 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Alessia (alias brivido) alla voce

Bruno chitarra/voce

Roberto chitarra

Mauro tastiera

Ilmen batteria

Ermanno basso


Ermanno Alboreto è nato a Milano, classe 59 è sposato e ha 2 figli. Sua Madre (Flora) con sorpresa lo ha partorito insieme ad una motocicletta. Dall’età di 10 anni, ha iniziato un percorso dedicato a smontare e modificare il ciclomotore di suo fratello Michele. Due anni dopo, con fratello e amici ha iniziato a “scorazzare” in moto da fuoristrada e non ha mai smesso. Ha partecipato a circa 300 gare tra motociclismo, enduro e auto, e ricorda in particolare: Formula Monza, F 3, F Abarth e velocità su terra.  E’ sempre stato fiero di aver vinto poco ma di aver collezionato parecchi punti di sutura e oltre 50 fratture. Dopo un’esperienza lavorativa in veste di meccanico alla Fiat Allis, macchine movimento terra, ha aperto una sua officina e un negozio che gestisce attualmente. Ha progettato, costruito e pilotato motociclette, fuoristrada e prototipi, sempre inerenti all’off-road. Le sue passioni sono i motori con approfondimenti di progetti meccanici sia per le 2 che 4 ruote, e la musica. Quest’ultima l’ha portato a scrivere 7 canzoni blues/rock e a suonare in una rock band il basso. Particolare ed affascinante la sua esperienza come scrittore. Il libro “Albore-Tro” racconta il suo più noto fratallo, Michele, sin dalla loro gioventù.