Milano Fashion Week

 

 

Evviva Milano, evviva la settimana della moda che riparte (finalmente) all’insegna delle collezioni moda Autunno – Inverno 2022/23. 

67 sfilate (2 doppie sfilate), di cui 57 fisiche e 8 digitali, 69 presentazioni (59 fisiche e 10 digitali), 8 presentazioni su appuntamento e 9 eventi, per un totale di 169 momenti (fashion) da vivere. Numeri che diventano emozioni della e dalla Milano Fashion Week Women 2022. Ovvero la settimana della moda di Milano che ha appena aperto le sue porte alla Moda Donna Autunno Inverno 2022 2023. E noi, seguiamo in presa diretta tutto quello che succede, tutto quello che dovremmo scoprire & da cui lasciarci ispirare è in questa (sempre aggiornata) guida live dalla Milano Fashion Week Autunno Inverno 2022 2023.

Inclusione e diversità insieme a una moda etica e sostenibile sono i temi principali promossi dalla Fashion Week di Milano. Ci sono i negozi di quartiere che assumono nuove vesti in cui è possibile acquistare un etto di prosciutto circondate da borse e stivali con il tacco a spillo. C’è la capsule più inclusiva (e atomica) che desideriamo a partire da ORA, la borsa che vuole sbocciare di libertà e bellezza e noi insieme a lei. Ecco allora una selezione di brand e designer che con la loro creatività ci stanno regalando le nuove ispirazioni per la stagione che verrà. Piccola guida live dalla Milano Fashion Week con eventi e consigli alla scoperta del meglio delle collezioni moda Autunno Inverno 2022 2023.

Redazionali

 

Ora che l’allentamento delle restrizioni ha permesso la ripresa degli eventi, a Milano si torna a sfilare. La Fashion Week dedicata alla moda femminile, in programma dal 22 al 28 febbraio, farà da banco di prova per le sfilate di settembre. 

Il ritorno agli eventi in presenza. La pandemia ha dato un duro colpo al sistema moda, cancellando sfilate ed eventi in tutto il mondo. Le fashion week sono diventati digitali e i brand hanno iniziato a presentare le loro collezioni tramite video spettacolari. Ora, grazie al generale miglioramento e alla campagna vaccinale in corso, si inizia a pensare a un ritorno alle “vecchie” sfilate in presenza, con stampa e buyers seduti ad applaudire. Tutto, ovviamente, nel rispetto delle norme di sicurezza: tamponi per gli addetti ai lavori, distanze e mascherine. Si torna timidamente anche agli eventi, tra cui un cocktail di inaugurazione organizzato da Camera Moda.

Tra le iniziative da segnare in calendario c’è sicuramente “Designer for the Planet”, una raccolta di brand emergenti che hanno fatto della sostenibilità ambientale il focus del loro lavoro. Alcuni nomi? Good Good Good, Kids of broken future, Marrakshi Life, Marcello Pipitone e Zerobarracento. 

Le Sfilate

Le sfilate tornano in presenza e Milano riacquista quella patina glamour che solo la Settimana della Moda che aveva perso con la pandemia. Dal 22 al 28 settembre sono oltre 201 gli appuntamenti in calendario tra défilé ed eventi, per ridare linfa vitale al fashion system dopo la lunga frenata imposta dal Covid. La Milano Fashion week Women’s Collection animerà la città con un palinsesto di 67 sfilate, e 38 eventi ( tra cui i fashion show più attesi del momento, quelli di Giorgio Armani, Fendi, Versace, Missoni e Prada.

 

Emporio Armani

Nella collezione Emporio Armani per l’autunno inverno 2022/2023 il pensiero di Giorgio Armani è rivolto a riportare in auge l’idea del glamour come sinonimo di fascino, seduzione e, talvolta, stupore. Lo fa giocando con un elettrico equilibrio di contrasti, accentuati dall’uso di colori brillanti per la donna e da un tappeto di grigi per l’uomo. La silhouette femminile scopre le gambe o le disegna con pantaloni dal taglio curvilineo. Le giacche hanno spalle insellate, con abbottonature alte, e sono un vezzo le mostrine che riecheggiano il mondo delle uniformi. Il ciré è segno luminoso che ricorre, mentre i gilet sostituiscono le camicie. I capispalla in duvet sono leggerissimi e chiusi da fibbie di gomma, mentre il velluto dona un effetto liquido ai motivi astratti in una palette dai toni vividi.
Minidress con scollature che lasciano nuda la schiena esplodono nelle luci scintillanti della notte, ma anche nell’effetto brina, che rievoca il senso dell’intero mood della collezione, virata sul glamour fascinoso. Ai piedi boot con fibbie, cuissard aderentissimi o Mary Jane rivisitate, mentre le donne Emporio portano in mano piccole borse dai colori accesi. Accanto a ogni donna ben vestita c’è un uomo che la accompagna vestendo una sinfonia di grigi, dal più pallido al più denso, punteggiata da tocchi di colore deciso. Lo spirito rigoroso è caratterizzato dai cappotti voluminosi con ampi revers e superfici corteccia, mentre le giacche hanno le spalle disegnate, così i montoni a intarsio. Le camicie hanno colli in piedi, che ci ricordano T-shirt di in guardaroba vagamente retro, o scompaiono proprio, sostituite dal gilet nello stesso tessuto delle giacche.
I pantaloni sono ampi, alternati ai bermuda dai volumi contenuti, portati sugli alti stivali calza che slanciano la figura. I disegni dei tessuti, macro e micro, si mescolano, accesi da tocchi di velluto dal sapore notturno. Completano gli outfit le scarpe squadrate, con alte suole, e borse over dal design grafico.

Un riconoscimento per il lavoro svolto durante la pandemia. Giorgio Armani ha invitato 400 suoi dipendenti ad assistere alla sfilata della linea Emporio in programma il 24 febbraio, nell’ambito della Milano Fashion Week. Così Re Giorgio ha voluto ringraziare simbolicamente il suo personale per il contributo prestato in questi anni difficili per via del Covid.

Versace

 

Audace, sensuale, determinata. La donna Versace per il prossimo Autunno/Inverno 2022-23 è una vera e propria dominatrice, ma più glamour che mai. Donatella Versace reinterpreta l’erotismo che da sempre caratterizza la Maison della Medusa in una nuova chiave sofisticata: abiti nude aderenti come una seconda pelle, leggings in latex e bustier rosa candy da portare sui jeans, con una strizzata d’occhio agli anni Duemila. Alla fine è la stessa Donatella a percorrere la passerella tra due ali di modelle tra cui le superstar Emily Ratajkowski, Precious Lee, Bella Hadid e un’irriconoscibile Gigi Hadid. Basta la colonna sonora per farci entrare nel mood sensuale e provocatorio della nuova collezione Versace: una voce femminile parla di baci e tradimenti (“Ti amo, ma ho scelto Versace”). In passerella sfilano bustier alleggeriti su abiti aderenti come una seconda pelle, top con guanti incorporati e leggings in vinile. Era il 1992 quando Gianni Versace scandalizzò l’elite della moda mandando in passerella cinghie e collari bondage: le citazioni non sono più così esplicite ma l’attitudine resta la stessa. La donna Versace è la donna che non deve chiedere mai, che avanza sicura con maxi trench e zeppe vertiginose.

Gli abiti bustier sono alleggeriti da una tavolozza pop: verde lime, rosa, viola, rosso carminio. Ma la femminilità non è sempre sinonimo di dolcezza: neanche i completi anni Duemila, tra jeans oversize e dettagli scintillanti, fanno dimenticare per un secondo chi comanda. I minidress rosa Barbie si alternano a blazer oversize e rivisitazioni contemporanee del completo gessato con la lingerie a vista.

Missoni

I codici stilistici dell’identità Missoni ci sono tutti: la collezione moda Autunno Inverno 2022 2023 ci offre un autentico viaggio negli archivi della maison, all’insegna dei riferimenti cromatici e i pattern geometrici che scrivono – da sempre, in modo del tutto iconico e leggendario – la storia della casa di moda. In passerella sfilano abiti slip dress in maglia a rete, vestiti a portafoglio con profondo scollo a V e spacco frontale (abbinati ai pantaloni), ma anche capispalla che funzionano egregiamente come vestiti, da annodare in vita. Immancabili gli abiti cut out e le proposte beachwear, in pieno stile Missoni.

Dolce e Gabbana

Dopo tanti anni, il rischio per Domenico Dolce, Stefano Gabbana e tutti i loro sarti è quello di annoiarsi, continuando a fare sempre le stesse cose. E allora hanno deciso di provare qualcosa di nuovo e per farlo hanno guardato all’immaginario e ai punti di riferimento dei più giovani; per dirla come loro hanno cercato di capirli. Il mezzo scelto per avvicinarsi a ventenni, GenZ e simili è il metaverso, universo in cui il brand è già entrato da mesi con una collezione di nft, i pezzi unici digitali; ma qui il fulcro sono gli avatar, gli alter ego virtuali che ciascuno si crea. “È stata una sfida riprodurre nella realtà forme che reali non sono, rendendole portabili. Facciamo pur sempre abbigliamento”. 

Hanno corso un bel rischio, ma eliminando stampe, ricami e decori, quello che è rimasto è notevole. Giacche con le spalle enormi, vite strette e fianchi enfatizzati, guaine colorate effetto seconda pelle, pantaloni a una gamba sola. “Le giacche sono in Lycra e neoprene: mantengono la forma senza bisogno di stecche o altre strutture. Sarà un’ovvietà, ma sono capi da mettere davvero ogni giorno”. Appaiono entrambi molto divertiti. “Bisogna mantenersi aperti e curiosi, altrimenti addio. Un tempo, all’idea di un tubino in tulle e pelliccia sintetica avremmo risposto “non si può fare”. Ora diciamo: “proviamoci””. In platea ad applaudirli Sharon Stone, che ha molto apprezzato i piumini che coprono il capo. “Mi sembrano un’interpretazione molto intelligente dell’hijab islamico: è una bella forma di integrazione attraverso la moda. Che collezione coraggiosa”. 

Back Stage

 

La Settimana della Moda di Milano ospita numerosi eventi collaterali che fanno da cornice, e talvolta da alternativa, alle sfilate. Parliamo di presentazioni, ma anche di party glamour ed eventi organizzati dai brand per celebrare la fashion week e la nuova collezione Autunno Inverno 22/23 appena presentata agli occhi del pubblico e degli esperti. Fra gli eventi più ambiti ci sono senza dubbio i party, spesso organizzati in locali glamour di Milano e per i quali è rigorosamente necessario avere l’invito. Ovviamente ottenerlo non è facile, ma una volta che si riesce ad essere in lista ci si può godere un fantastico parterre di ospiti ad alto tasso glamour. Come la quiete dopo la tempesta, anche se proprio quiete non è. Dopo due anni di pandemia, tra le strade di Milano si respira un’aria nuova. È quella della moda che riparte con sfilate, eventi, presentazioni e appuntamenti in presenza. Dopo New York e Londra, tocca alla Milano Fashion Week presentare le collezioni moda Autunno Inverno 2022 2023 delle eccellenze italiane (e non solo).

La Camera Nazionale della Moda Italiana ha annunciato per la Milano Fashion Week un calendario ricchissimo. Gli addetti ai lavori hanno già segnato tutto (o quasi tutto) in agenda: 169 appuntamenti, tutti svolti nel totale rispetto delle norme anti-Covid, tra cui 67 sfilate (di cui 57 fisiche, con due doppie, e 8 digitali), 69 presentazioni (59 fisiche e 10 digitali), 8 presentazioni su appuntamento e 9 eventi. Grande curiosità e trepidante attesa per due ritorni nel calendario ufficiale, quali Gucci e Bottega Veneta. Alessandro Michele, direttore creativo Gucci, fa ritorno in Italia dopo aver presentato la collezione Gucci Love Parade a Los Angeles. Invece, dopo il passaggio di testimone da Daniel Lee al nuovo direttore creativo Matthieu Blazy, Bottega Veneta torna a sfilare a Milano interrompendo così il progetto (itinerante) Salon. Dunque, mentre New York e Londra lamentavano l’assenza dei grandi nomi (Tom Ford nella Grande Mela, Burberry nella capitale inglese), Milano si prepara a risplendere di nuova vita. Dal primo all’ultimo giorno, quando a chiudere le danze sarà Re Giorgio Armani.

Non solo grandi firme italiane, però. La Milano Fashion Week è per noi il momento migliore dell’anno per scoprire nuovi talenti, per conoscere meglio – ancora più da vicino – le collezioni dei marchi moda che si stanno facendo strada nella fashion industry italiana e internazionale. È il caso ad esempio di Marco Rambaldi: la sua collezione moda Autunno Inverno 2022 2023 sarà “ospitata” con una diretta social sul profilo Instagram della maison Valentino, courtesy del direttore creativo Pierpaolo Piccioli che ha voluto supportarne il talento. Cos’altro accadrà ancora? Restate connesse con noi, ve lo riveleremo in questa gallery raccontandovi anche il meglio delle sfilate di Milano. In aggiornamento day by day.

Milano Fashion Week Story

Best of Milan Fashion Week autumn/winter 2021