Cristina Sartori, Bruno Riccardi – Les Routes – Tunisia – Pane Sahariano





Pane  Sahariano

di Cristina e Bruno Riccardi


ll video è stato girato nel novembre 2023 durante il nostro viaggio nel deserto tunisino e mostra la preparazione del pane da parte della nostra guida Aref che oggi porta i fuoristradisti nel deserto, ma per oltre venti anni ha fatto il cammelliere. La procedura è sostanzialmente identica in gran parte del deserto del Sahara, certamente a quel che ci è dato conoscere, in Tunisia, Libia ed Algeria. In Algeria vedemmo e fotografammo l’identica procedura fatta dai Tuareg. Il filmato lo riteniamo interessante perché mostra la preparazione fino alla cottura. Fatto salvo che oggi viene usata una farina di grano in “pacchetti” come si trova in Italia, e per mescolarla con l’acqua si usano bacinelle “moderne” di metallo o plastica e non più in legno come ai bei tempi andati, il resto è tutto fedele ad una tradizione millenaria che proviene dai beduini che preparavano il pane quasi tutte le sere durante i loro lunghi spostamenti coi dromedari per portare merci da ogni parte. La legna usata, proviene da robuste sterpaglie legnose che si trovano qua e la sul percorso della giornata e, se morte e sufficientemente seccate da un sole micidiale, vengono raccolte per fare il fuoco alla sera nel campo e, ovviamente, per farci cuocere il pane sotto la cenere. Il pane che si ottiene è molto semplice e gradito anche ai nostri palati; quando la pagnottona circolare è cotta viene estratta da sotto la cenere e ripulita dalla stessa. Si può mangiare come pane o, spezzettandolo, può essere messo  in una sorta di scodelle per farvi la zuppa, quasi sempre con brodo di carne di dromedario. Il tutto per noi è molto interessante. Tuttavia, ciò che nessun filmato può trasmettere, è il particolare profumo della legna del deserto intanto che brucia che, davvero, da l’idea di tornare indietro nei secoli: semplicemente magnifico.