100 lire nel Jukebox – Avril Lavigne & Yungblud – I’m A Mess




La nuova ballata parla di un amore a distanza e verrà inserita nella versione deluxe dell’ultimo album della cantante Love Sux. Il brano vede la collaborazione del giovane artista inglese, certificando una volta di più l’eredità che Avril Lavigne ha lasciato a tutta una nuova generazione.


Che le voci di Avril Lavigne e Yungblud si amalgamassero bene insieme lo avevamo capito già qualche tempo fa, quando i due artisti avevano duettato sulle note di un classico del repertorio di lei durante un live di beneficenza. Quel feeling artistico che aveva fatto impazzire l’internet non si è però esaurito con quella sporadica collaborazione e anzi, a poco più di dodici mesi di distanza, ha partorito un brano inedito: I’m a Mess, di cui ora abbiamo anche un videoclip.



Un brano che si intitola “sono un casino” e che sarà inserito nella versione deluxe di un album intitolato “l’amore fa schifo” non sembrerebbe avere i presupposti per essere una tenera ballata sul sentimento più cantato della storia. Contro ogni pronostico, la collaborazione tra Avril Lavigne e YUNGBLUD è invece una canzone su un amore a distanza difficile da sopportare ma che dà a entrambi gli innamorati il conforto di non essere soli nel mondo. Yungblud aveva presentato il pezzo sui social, giurando che facesse venire voglia di “sporgerti fuori dal finestrino dell’auto dei tuoi genitori fingendo di essere in un video musicale” ed effettivamente, nonostante il testo sia molto romantico, ad I’m a Mess non manca l’energia caratteristica dei pezzi di entrambi i cantanti. Sicuramente poi, a dare un surplus di carica punk rock al pezzo, ha contribuito anche il coinvolgimento tra gli autori del batterista dei Blink-182 Travis Barker.


Travis Barker e Avril Lavigne sono tra i riferimenti di tutta una scena pop-punk che sta di recente esplodendo e che li considera veri e propri esempi da seguire. Da Kennyhoopla a Willow Smith, tanti hanno detto di essersi ispirati ai loro lavori di inizio anni Duemila e YUNGBLUD non fa certo eccezione. Quando l’anno scorso aveva potuto ospitare Avril durante un suo concerto di beneficienza in streaming la sua emozione era palpabile. La presentò con un: “Non posso credere che la stia davvero annunciando”, prima di lanciarsi con la collega canadese in una sentita cover acustica del classico I’m with You, tratto dall’album d’esordio della allora giovanissima Lavigne Let It Go. Nel tweet seguito a quell’esibizione, il cantante inglese aveva poi rincarato la dose definendo senza mesi termini quella serata “la migliore della sua vita”. Per YUNGBLUD lavorare a un singolo inedito con la regina del pop-punk deve essere stato insomma un vero e proprio sogno anche se, probabilmente, nemmeno lui si immaginava che sarebbe finito addirittura a tagliare gli iconici capelli del suo idolo.


L’uscita di I’m a Mess era stata anticipata da una breve clip in cui YUNGBLUD (vestito quasi come un novello Edward Mani di Forbice) accorciava la chioma di Avril Lavigne, seduta su un water durante l’intera operazione. La sforbiciata del novello parrucchiere è stata corposa, tanto da far abbandonare alla cantante il taglio che l’accompagnava dagli esordi di Sk8er Boi in favore di un inedito bob dai riflessi arancio.  Un cambio di look che si ritrova anche sulla copertina del singolo e che certifica la voglia di un nuovo inizio per Avril dopo i tanti problemi che l’avevano allontanata dalle scene prima di Love Sux. Con quel disco, uscito a febbraio, Lavigne si è rimessa però in carreggiata e ora non vede l’ora di continuare a fare di testa sua come sempre. I tempi di quando imponeva la propria attitude pop punk nel patinato panorama musicale di inizio millennio non sembrano più così lontani.