Spirito Libero – Guida di Siviglia


ultimo aggiornamento 14 Novembre 2023



 

Chi non è ancora stato nella capitale dell‘Andalusia? Stiamo parlando proprio di lei, di Siviglia! Questa città che vive a ritmo di flamenco, arte, cultura e gastronomia va visitata almeno una volta nella vita. Vi renderete conto che diventerà la vostra dipendenza: più la vedrete e più la vorrete! Ecco allora che in questo articolo avrete modo di assaggiare la TOP 10 delle cose da fare e vedere a Sevilla… per immergersi in questa maravilla!




Siviglia è una città che lascia il segno e che molti sono concordi nel definire speciale. Ciò si deve alla grandiosità dei suoi monumenti o, forse, all’incanto dei quartieri popolari come Triana. È possibile che sia per l’aroma di gelsomino delle sue piazze o per il suono della chitarra spagnola che si sente per le strade. C’è chi dice che è la tradizione delle sue feste e molti sono convinti che le tapas sono le vere responsabili.


Un monumento di città


Puoi verificare di persona nei pochi metri che separano la Giralda, la Cattedrale e il Real Alcázar di Siviglia. La Giralda è uno dei simboli della città e ospita una delle principali meraviglie nel belvedere. Si tratta della fantastica vista di Siviglia con un cortile di aranci, molto tipico dell’Andalusia, e il principale tempio gotico d’Europa, la Cattedrale, al primo piano. La visita al Real Alcázar rivela uno straordinario complesso di palazzi ricco di dettagli. In estate, è possibile partecipare alle visite notturne e al festival che si svolge nei suoi giardini.


Siviglia offre molto più della sua innegabile monumentalità. È una città che si vive nelle strade e nei grandi spazi aperti come l’enorme Plaza de España, il Parco María Luisa o l’innovativa struttura nota come Setas de Sevilla. Se, poi, vuoi scoprire l’atmosfera di Siviglia più autentica, vivi l’esperienza delle tapas nel centro storico in aree molto popolari quali Alameda, Macarena, Nervión, Los Remedios o Triana. Il “pescaíto” marinato, i “montaditos”, le tradizionali lumache, il vino “fino” (bianco), il vino “manzanilla” (dolce) o una birra fresca sono essenziali insieme alle tapas.


La tradizione popolare del sud


A Siviglia, la tradizione non passa mai di moda. Dagli spettacoli di flamenco e la musica della chitarra spagnola alle ceramiche e oggetti artigianali tipici che rappresentano sempre un bel ricordo della città. Abbondano i negozi e i laboratori nel quartiere di Triana. Dall’altro lato, è facile godersi un po’ di flamenco nei numerosi “tablaos” o nelle “peñas” dei vari quartieri. Infatti, Siviglia ospita quello che forse è l’appuntamento più importante di questa arte: la Biennale.La tradizione di Siviglia si riflette anche nelle feste più internazionali. Due esempi sono la Fiera di Siviglia e la Settimana Santa. La prima è sinonimo di allegria e passione per l’arte popolare andalusa, un’opportunità perfetta per godersi il suono della chitarra spagnola, l’arte del flamenco e la Siviglia più festosa. La Settimana Santa è una festa molto sentita, ricca di momenti emozionanti. Per scoprire ciò, non si può non partecipare a una delle tante processioni religiose oppure ascoltare in diretta l’esecuzione di una “saeta” (commovente canto flamenco dedicato alle immagini religiose).


10 cose da fare a Siviglia


1 – Piazza di Spagna



Al primo posto della top 10 abbiamo lei: Plaza de España, tra le piazze più grandi in Europa è decisamente un must da non perdere in questa città andalusa. Si tratta della piazza più famosa di Siviglia, inaugurata nel 1929 in occasione dell’esposizione ibero-americana e situata all’interno del Parco Maria Luisa. Tra di voi ci sarà subito amore a prima vista: non per niente assomiglia alla splendida Venezia in miniatura! Via libera dunque al magico canale, alle barchette turistiche, alle torri e ai quattro ponti che rappresentano i quattro regni di Spagna. Oltre a tutto ciò, 48 panche circondano un lato della piazza, rappresentando le province spagnole. Artisti di strada e musicisti contribuiscono in questo capolavoro artistico, donando magia e armonia a questa poesia indimenticabile.


2 – Cattedrale e la Giralda


Inutile negare che dietro ad ogni cattedrale, si nasconde una grande storia. Quella che però si cela dietro a Santa Maria della Sede, è davvero senza precedenti. Dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1987, questa Cattedrale in stile gotico e rinascimentale, sorge nello stesso posto in cui prima c’era la Moschea Mayor.


Il biglietto che può essere acquistato direttamente in loco al prezzo di 9 euro (oppure 14 euro con un tour guidato con biglietti acquistabili qui), comprende la visita dell’immensa Cattedrale e l’ingresso alla torre: la Giralda. Grazie all’altezza di quest’ultima, 105 metri, è possibile ammirare il panorama che circonda Siviglia. Impiegate dunque tutto il tempo necessario per vivere questo capolavoro: non per niente si tratta della Cattedrale più grande della Spagna!


3 – Quartiere di Santa Cruz


Noto per i vicoli strettissimi di ciottoli, per le casette colorate e per i locali che servono tapas, questo quartiere è semplicemente da scoprire.


Ogni scusa è buona per passeggiare in questo luogo, anche se vi consiglierei di venire qui quando l’acquolina in bocca si fa sentire. La calle Mateos Gago, con i locali, la caratteristica Chiesa di Santa Cruz e le botteghe, è la via ideale che fa per voi, anche se vi avviso: non sarà un’impresa facile scegliere il posto dove mangiare, dato l’imbarazzo della scelta! Se vi può interessare ci sono anche tour guidati del quartiere al costo di 12 euro.




4 – Real Alcazar


Dichiarato Patrimonio dell’Umanità nel 1987 insieme alla Cattedrale, il Palazzo Reale di Siviglia è situato nel quartiere di Santa Cruz.


Il costo dell’ingresso per visitare il Real Alcazar si aggira a 11,50 euro e come nel caso della Cattedrale, è possibile acquistare i biglietti direttamente sul posto. Oppure se preferite una visita guidata il costo del biglietto è di 25 euro. In questo complesso monumentale, che rappresenta una delle cittadelle più antiche del mondo, lo stile gotico si contrappone allo stile islamico. Tra patii, palazzi e giardini che ospitano più di 20 mila piante diverse, il tempo di permanenza è di almeno un’ora e mezza.


5 – Metropol Parasol


Il Metropol Parasol, si tratta di un’opera contemporanea in perfetto contrasto con lo stile barocco della città di Siviglia. Questa struttura interamente in legno e cemento è nota anche con il nome di Setas de Sevilla, per la forma che ricorda dei funghi. Inutile dire che merita una visita dato che fa parte dei capolavori contemporanei più importanti al mondo. Se poi l’ingresso costa 3 euro allora è d’obbligo!





6 – Quartiere di Triana


Non può definirsi completa una visita a Siviglia senza prima aver visitato almeno un mercato. Quale posto migliore per respirare un clima di cultura e tradizione, accompagnato da buon cibo, se non il Barrio di Triana? Ecco dunque che una piacevole passeggiata dal centro di Siviglia, lungo il Ponte Isabel conduce direttamente a questo quartiere.


Questo posto storico merita sia di giorno che di notte: perdersi tra le stradine di fiori che vede protagoniste botteghe di ceramica, chiesette, locali di tapas ed esibizioni di flamenco non ha prezzo. Inoltre proprio qui si dice che sia nato il flamenco sivigliano, ballato dal popolo nomade dei gitani.


7 – Piazza dei Tori



Situato in prossimità del fiume Guadalquivir, l’unico fiume navigabile della Spagna, si trova la Plaza de Toros più antica della Spagna. Conosciuta anche come La Maestranza, questa arena conta ben 14 mila posti a sedere e tutt’ora è possibile assistere alla corrida. Gli spettacoli iniziano con la domenica di Pasqua e terminano nel mese di ottobre. E’ possibile visitare solamente l’arena e il costo del biglietto è di 8 euro; se però capitate a Siviglia di lunedì, ricordatevi che l’ingresso pomeridiano è gratuito.


8 – Torre dell’Oro


Mentre passeggiate lungo il viale del Rio Guadalquivir, sarà impossibile non notare la Torre dell’Oro, che ospita oggi il museo navale (prezzo del biglietto, 3 euro). Costruita per difendere la città dalle invasioni dal fiume, questa struttura è alta 36 metri e il suo colore simboleggia la lucentezza dell’oro che viene riflesso sul fiume. Insomma un altro simbolo di Siviglia che vi rapirà il cuore, grazie all’atmosfera che regala.


9 – Tapas Tour e Flamenco


Ognuno ha un punto debole e un piatto forte! Ecco che a Siviglia non può mancare un tapas tour come si deve per assaggiare le prelibatezze locali. Via libera quindi a perdersi nei quartieri di Santa Cruz, di Triana, ma anche nelle stradine storiche del centro: ogni angolo nasconde un locale di tapas che offre a seconda della stagione: gazpachobocadillos de jamoncaracolessalmorejo ecc. Unica regola? Scegliere ogni volta tapas diverse, accompagnate ovviamente dall’immancabile sangria. Chissà chi riuscirà a provarle tutte!


Tenete a mente che molti locali propongono spettacoli di flamenco gratuiti per soddisfare oltre il palato anche la vista: tra i vari locali segnatevi “La Carboneria”, nel quartiere di Santa Cruz. Il locale apre alle 19 e gli spettacoli iniziano alle 22, ma per trovare posto consiglio di arrivare in anticipo!


10 – Shopping in calle Sierpes e centro commercial Torre Sevilla


Se siete amanti dello shopping, non potrete fare a meno di notare la via commerciale più famosa di Siviglia: Calle Sierpes. Botteghe artigianali, catene di negozi, gioiellerie ma anche caffetterie e ristoranti animano questo lungo viale pedonale, da cui sarà impossibile uscire a mani vuote! Se invece siete più tipi da centro commerciali allora il Centro Comercial Torre Sevilla, fa al caso vostro: situato dove si tenne l’Esposizione Universale del 1992, si tratta di un centro commerciale quasi interamente all’aperto. Tra le catene di negozi più famosi, sarà possibile trovare Mango, Primark, H&M… Insomma una vera oasi di shopping.